Non trovo un posto in cui stare sereno e sentirmi capito.

Mi vergogno di me e del mio corpo, ma ho tanto che vorrei dire e che penso.

Le mie rabbie e le mie tristezze esplodono senza che io riesca a farci niente.

Ho mille curiosità e voglia di esplorare ma mi sento frenato.

 

Maturare forse significa affrontare un cambiamento che ci porta da un punto in cui ne sappiamo di meno a uno in cui ne sappiamo di più.
Il corpo, le relazioni, i compiti e le aspettative, i desideri e le emozioni talvolta crescono senza che siano accompagnate dalla maturazione del pensiero.

Può capitare in ogni momento della vita di trovarsi in una situazione simile; di sicuro avviene in adolescenza.

Molto spesso siamo pensierosi o travagliati e abbiamo bisogno di uno spazio tutto nostro.
A volte si sviluppano delle patologie: significa che il nostro incontro con il mondo ci porta a fare e sentire cose che non ci saremmo mai aspettati (fobie, disturbi alimentari, ossessioni e compulsioni, per fare alcuni esempi). Altre volte scopriamo il dolore di qualche evento o situazione che da piccoli non sapevamo conoscere fino in fondo.

Rivolgersi allo psicologo non significa necessariamente essere malati. 

Per indirizzare le nuove capacità, per affrontare quello che ci fa soffrire o esplorare i nuovi mondi può essere utile una guida che sia libera di ascoltare senza timore e senza giudizio.

 

info@marcochiantore.it